Cipolla

cipolla
La buonissima cipolla rossa di Tropea

La cipolla è una pianta, cresce sotto terra e ha un ciclo di vita di due anni. Si tratta di un condimento eccellente con speciali proprietà terapeutiche sfruttate soprattutto dalla medicina popolare.

Esistono molte varietà di cipolle DOP : tra le più importanti ricordiamo la cipolla rossa di Tropea, la cipolla bianca di Barletta, la cipolla di Cavasso e della Val di Cossa, la cipolla dorata di Parma, la cipolla di Alife, la cipolla di Certaldo, la cipolla vernina di Firenze, la cipolla di Suasa, la cipolla di Cannara, la cipolla rossa di Bassano, la cipolla Borettana, la cipolla bianca di Chioggia, la cipolla ramata di Milano e quella di Montoro.

Cipolla: un bene prezioso e naturale

Già nell’antichità i bulbi della cipolla venivano impiegati, le prime tracce risalgono all’età del bronzo. Anche successivamente in Egitto erano parte della dieta degli operai che dovevano sostenersi per erigere le piramidi. Questo perché la cipolla è facile da trasportare e permette all’organismo un immediato immagazzinamento. Se nell’antico Egitto aveva un particolare legame spirituale con la vita, per via dei suoi cerchi concentrici, anche successivamente in Grecia e poi ai gladiatori romani, veniva somministrata per rassodare i muscoli. Nel Medioevo le cipolle erano un dono prezioso, i medici le utilizzavano per curare molti dolori e anche gli americani lo capirono presto al punto che Chicago è così denominata perché vuol dire Campo di Cipolle. Nel XVI fu ampiamente utilizzata anche per l’infertilità nelle donne ma anche negli animali.

Questo alimento che oggi troviamo facilmente ovunque e che fa parte della stessa famiglia di aglio, del porro e dell’erba cipollina è un must per la cucina italiana. Riesce in modo prezioso a rendere ancora più gustosi sughi, pietanze ma è anche incredibile a crudo con una bella insalata. Un alimento povero che però ha tanto da offrire non solo in termini di gusto ma soprattutto grazie alle sue tantissime proprietà benefiche.

Proprietà della cipolla

Le proprietà principali della cipolla sono le sue funzioni antiossidanti e antinfiammatorie, fondamentali per l’organismo umano. Questo ingrediente è ricco di flavonoidi che sono molto utili per abbassare il colesterolo nel sangue e quindi combattere in modo naturale i trigliceridi e il grasso. È stato dimostrato che un utilizzo costante di cipolla permette effettivamente di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari, migliorare il flusso del sangue e la funzionalità del cuore. Non solo, è anche un ottimo ingrediente per combattere livelli elevati di glicemia.

La cipolla ha un’ottima capacità antibatterica in quanto è in grado di debellare microbi e batteri anche resistenti. Il suo bulbo stimola il sistema immunitario e ne incentiva la risposta contro agenti esterni. Ha inoltre funzioni diuretiche e disintossicanti, per tale motivo dovrebbe essere assunta con frequenza da chi esegue una dieta o un regime particolare. Ricca d’acqua riesce a combattere la ritenzione idrica.

Da sempre viene utilizzata come rimedio per tosse e raffreddore in quanto permette di liberare le mucose, l’apparato respiratorio ed è un validissimo alleato contro bronchite, sinusite e disturbi legati alla respirazione. Al punto che tantissimi sciroppi si basano sull’estratto di cipolla e tanti sono i rimedi naturali che possono essere utilizzati, come tagliare una cipolla e lasciarla accanto ad una persona che è raffreddata tutta la notte.

Gli studi condotti presso l’Università di Milano hanno inoltre attestato i suoi benefici nella prevenzione di cancro allo stomaco. La cipolla permette anche di proteggersi dall’insorgenza dell’osteoporosi e permette di rilasciare serotonina che migliora l’umore.

Come esaltare i benefici della cipolla per la salute

Visti tutti i grandiosi benefici di questo prodotto, è importante sfruttarlo con attenzione non solo in cucina per le ricette ma anche mantenendo elevati i suoi valori nutrizionali e benefici per l’organismo. Per farlo la cipolla andrebbe consumata cruda. È molto semplice inserirla in un menù in questa variante, va bene per accompagnare un’insalata, un mix di fagioli o una bruschetta per un pranzo veloce. I benefici vengono dispersi quando l’alimento viene cotto e per questo si consiglia sempre di utilizzarlo a crudo, anche tritata finemente per stemperare il sapore. Qualora proprio non si riesca a proporre ricette con cipolla cruda si può utilizzare una leggera cottura e un condimento lieve con un filo d’olio. Chiaramente la cipolla è un ottimo ingrediente da utilizzarsi anche cotto, ma in questo caso perde molto della sua potenza benefica.

Valori nutrizionali della cipolla

La cipolla è costituita in larga parte di acqua e contiene inoltre molte fibre, vitamina C, acido folico, calcio, potassio e fosforo. Le cipolle in generale sono ricche di vitamine e Sali minerali. Per ogni cento grammi di prodotto ci sono 26 calorie, 92.1 grammi d’acqua e 1 grammi di proteine, 5.7 di carboidrati e zuccheri.

Tipologie di cipolle

Esistono molteplici varietà di cipolle in Italia ma anche all’estero, si differenziano per forma, colore, acidità ma anche sapore. Tra quelle più famose ci sono la cipolla di Tropea dal gusto molto intenso, la cipolla rossa campana, la cipolla rossa pugliese, la cipolla ramata di Montoro, la cipolla di Brunate tipicamente bianca e utilizzata per fare i sottaceti, la cipolla bionda di Curreggio.

Le cipolle vengono coltivate in tutta Italia, alcune aree vantano più tipologie. Il terreno che viene utilizzato deve essere ricco e mai troppo umido.

Perché la cipolla fa piangere e come sbucciarla

Affettare le cipolle fa lacrimare, questo perché quando si tagliano, vengono rilasciate delle sostanze, in particolare il Prensco, che si combina con un enzima e scatena una reazione chimica che produce ammoniaca che viene trasportata da un gas volubile che diventa una sorta di gas lacrimogeno vero e proprio e quando entra in contatto con gli occhi diventa irritante. L’acido solforico ha una reazione immediata ed è quasi impossibile non lacrimare.

Per sbucciarla senza problemi esistono però dei trucchetti, per prima cosa bisogna eliminare la buccia e gettarla subito. Poi passare rapidamente la cipolla sotto l’acqua fredda una volta tagliata. In questo modo si evita la dispersione del gas. La cipolla deve essere tenuta con la parte grande verso il basso. In questo modo si risolve il problema rapidamente, ovviamente bisogna fare attenzione alle mani, senza sfregarsi gli occhi in fase di taglio.

Per eliminare l’odore di cipolla da superfici o dalle mani è possibile ricorrere a piccoli trucchi come acqua e bicarbonato, aceto bianco, limone. Vanno bene per il corpo come per le superfici, basta fare attenzione e la puzza sarà immediatamente debellata.

Come conservare le cipolle in modo corretto

La cipolla in generale va conservata in un luogo fresco, la temperatura ottimale è di dieci gradi. Comunque in casa bisogna tenerla lontana dalle fonti di calori altrimenti iniziano a spuntare germogli. Va bene posizionarla all’interno di un cestino o in un sacchetto di carta per evitare la formazione di umidità che poi la fa andare a male.

Una volta aperta la cipolla va conservata attentamente sia per non farla andare a male che per non estendere la puzza ovunque. La cipolla può essere anche completamente affettata e messa in un contenitore e poi congelata. In frigo invece, la metà non utilizzata va tenuta per un massimo di due giorni con una copertura di carta argentata o un contenitore. Tale ingrediente ha una caratteristica particolare in quanto sembra essere sempre commestibile anche quando va a male, tuttavia dopo un paio di giorni dall’apertura la cipolla inizia a diventare morbida e da questo ci si può rendere conto che deve essere gettata e non utilizzata neanche cotta.

Controindicazioni all’utilizzo eccessivo di cipolla

Come tutte le cose, anche la cipolle possono causare qualche fastidio se utilizzate in modo eccessivo. Chi soffre di problemi all’intestino potrebbe notare qualche dolore, formazione di gas e anche diarrea. Chi soffre di colite o ha un intestino sensibile non deve mai abusarne. Chi soffre invece di bruciore di stomaco potrebbe non tollerare la cipolla cruda, meglio ricorrere alla cipolla cotta e in piccole dosi. Infine è bene sapere che questo alimento è tossico per gli animali.

Le migliori ricette con la cipolla

La cipolla è un valido alleato per esaltare le pietanze ma non deve essere visto solo come un condimento. Difatti è un ingredienti gustoso per preparare saporiti primi e secondi, sfiziose cene e anche simpatici antipasti. Un piatto che mette d’accordo veramente tutto il mondo senza distinzioni sono gli anelli di cipolla fritti. Ovviamente si tratta di un classico street food, eppure nonostante la sua semplicità rende al meglio per il gusto. Un classico italiano è rappresentato invece dalla frittata di cipolle che tanto amava il buon Fantozzi davanti alla Tv. Un gusto perfetto è dato dalla cipolla con formaggio per la torta salata, un piatto ricco e versatile. Nei periodi più freddi una buona zuppa di cipolle che ricorda i sapori lontani d’infanzia è ideale per chi ama la cucina sana e saporita. Un grande classico è una bruschetta con tonno e cipolle, tutto fresco per deliziare il palato nel periodo estivo e riscoprire i sapori semplici che fanno molto bene all’organismo. Patate e cipolle al forno possono essere un accompagnamento veramente prelibato per la carne. Da usare ovunque la marmellata di cipolle che viene realizzata con cipolle rosse caramellate e va bene semplice sul pane ma anche come accompagnamento a formaggi e preparazioni. Deliziose le cipolline in agrodolce che sono molto utili per aromatizzare al meglio i secondi a base di carne. Le cipolle borettane sono le migliori perché sono piccolissime e bianche. Uno dei piatti più buoni che osanna in pieno questo alimento è la famosa Genovese, pietanza a base di cipolle sapientemente cucinate e consumate al punto da formare un sugo assoluto squisito che viene poi unito alla pasta. Ovviamente è possibile lavorare con la fantasia, la cipolla come condimento può essere largamente impiegata per sughi, salse di accompagnamento, stufati, ripieni. Molto importante fare attenzione alle quantità, onde evitare di coprire in modo totale gli altri sapori, rendendo poi la pietanza finale veramente forte.

Benefici effettivi della cipolla

I benefici della cipolla sono veramente molti e non solo a tavola:

Antibiotico – basta il succo di una cipolla applicato su una ferita come disinfettante naturale

Antinfiammatorio – dopo una puntura d’insetto basta strofinare la cipolla per lasciare sfiammare

Afrodisiaco – notevoli quantità di cipolla stimolano il desiderio e la libido

Espettorante – la cipolla unita al miele è un valido alleato per le vie respiratorie

Antianemico – l’utilizzo di cipolla permette di aumentare la produzione di globuli rossi nel sangue e anche livelli di ferro

Depurativo – il suo effetto purificante sul fegato è fondamentale per un’azione disintossicante

Vermifugo – i vermi intestinali di cui talvolta possono soffrire i bambini possono essere combattuti con la cipolla cruda

Cosmetico – l’utilizzo della cipolla consente di rendere la pelle morbida e libera da impurità, stimola inoltre la crescita dei capelli e permette di debellare ascessi, geloni, acne e scottature

Come combattere l’alitosi dovuta al consumo di cipolle

La cipolla è un alimento con un odore molto forte e quando viene abbinato ad un piatto pesante diventa di difficile digestione per l’organismo. Questo problema può portare molto spesso ad un’alitosi dovuta al consumo di cipolla che rende impossibile avvicinarsi alla persona. Se volete cucinare questa pietanza senza rendere fastidiosa la cena per i commensali, è opportuno eliminare il cuore della cipolla. È infatti il germoglio interno, soprattutto quando tende al verde, ad essere quello più forte per l’organismo. In alternativa l’intera cipolla deve essere immersa e lasciata nel latte prima di procedere al taglio. Ci sono comunque valide alternative, lo scalogno ad esempio è molto più digeribile delle cipolle normali, quindi si può lavorare con questo piuttosto che utilizzare la cipolla bianca.

Chiunque sia impegnato come personal chef o abbia un ristorante con più sedi nel mondo, può trovare nel nostro software microrecipes tantissime ricette, consigli utili, informazioni pratiche. Per aderire basta una semplice registrazione attraverso il modulo in home page.


Please follow and like us: