Patata

La patata è forse il tubero per eccellenza, fa parte delle piante Solanum tuberosum ed è commestibile solo attraverso attenta cottura.

patata

Le patate sono un alimento di origine vegetale presente nei menu di tutto il mondo.

Ricche di carboidrati hanno un buon quantitativo di calorie, ce ne sono circa 80 su ogni 100 grammi, per questo sono piuttosto energetiche. Nella dieta di ognuno sono molto importanti perché ricche di amido e soprattutto corpose, hanno un elevato livello di vitamina C e alcune tipologie anche di vitamina A. Solitamente all’interno delle diete sono bandite, in realtà basterebbe sostituirle ai cereali per poterle mangiare senza problema.

Patata: una storia antica come il mondo

La storia della patata è piuttosto antica, tuttavia in Europa arrivò solo quando i conquistatori spagnoli giunsero in Perù. I primi documenti ufficiali sono all’incirca intorno al 1500, successivamente arrivò nei Paesi Bassi e quindi in Italia dove c’erano diversi possedimenti spagnoli.

Poi si diffuse in tutto il mondo. All’inizio nel nostro paese era definita come tartufo bianco, questo perché i raccolti erano molto scarsi. Da un punto di vista religioso la patata ha incontrato ostilità, i fedeli ritenevano che non essendo questa citata nella Bibbia probabilmente Dio non voleva che l’uomo se ne cibasse.

Poi nel Settecento la patata ha iniziato a diventare sempre più diffusa grazie alle sue proprietà nutritive. Durante le guerre questa è stata un bene prezioso perché crescendo sotto terra riusciva a resistere e quindi a diffondersi. Antoine Augustin Parmentier è stato uno dei più attivi per la diffusione della patata quale strumento perfetto per la coltivazione e quindi per la cucina, ritenendo questo tubero molto salutare per il corpo umano. La patata è diventata poi il simbolo delle classi povere perché alimento in grado di nutrire e saziare senza impegno.

Tipologie di patata

Le patate più diffuse in commercio sono essenzialmente appartenenti a quattro tipologie differenti:

tipi di patate

Patate gialle – queste sono caratterizzate da una polpa molto compatta, sono ricche di carotene e sono quelle che comunemente si utilizzano in casa. Perfette per fare le patatine fritte oppure altre pietanze, tengono egregiamente la cottura.

Patate bianche – queste sono meno compatte e più friabili all’interno, ciò vuol dire che tendono a spappolarsi durante la cottura. Sono ideali per preparare il purè, gli gnocchi, i crocchè e tutti quei piatti dove la patata deve essere schiacciata.

Patate novelle – sono patate con una buccia molto sottile e sono piccoline perché vengono raccolte prematuramente proprio per conservare le loro dimensioni ridotte. Queste patate sono utili da fare in padella, tagliate a rondelle oppure per essere bollite. Tuttavia sono a breve conservazione, a differenza delle altre patate devono essere consumate nel giro di poco tempo.

Patate rosse – sono tipicamente colorate di rosso all’esterno, la polpa interna invece è molto compatta. Queste patate sono voluminose e sode, per questo perfette da fare al forno o al cartoccio. Tengono benissimo la cottura e restano sempre belle e gradevoli. Sono il tipo di patata ideale per chi non ha mai sperimentato diversi tipi di cottura e vuole cimentarsi.

Controindicazioni sulle patate

Le patate tendono a fermentare, questo vuol dire che tutti coloro che soffrono di gastrite non dovrebbero mangiarle, o quanto meno optare per delle patate lesse in piccole quantità.

Non è tuttavia accertato che le patate contengano un indice glicemico elevato e per questo non hanno un apporto eccessivo a livello insulinico per chi soffre di questo problema.

Valori nutrizionali delle patate

Le patate hanno un elevato potere calorico, quindi non sono paragonabili agli ortaggi. La loro base principale è costituita da carboidrati complessi, poi proteine e infine lipidi.

All’interno vi è anche un buon apporto di fibre mentre non vi è colesterolo, glutine, lattosio. Tra le vitamine importanti si notano acido ascorbico e acido folico. Sono presenti anche Sali minerali, zinco e raramente iodio.

Le patate fanno parte delle ricette di tutto il mondo, sono un ingrediente facile da reperire, economico eppure assolutamente buonissimo. Sono un alimento ideale soprattutto per i bambini che non amano le verdure e che in questo modo possono assumere fibre, minerali e vitamine di cui hanno bisogno.

Possono essere inoltre consumate da chi soffre di celiachia e da chi è intollerante al lattosio. Raramente si verificano delle allergie e sono inoltre perfette per vegetariani e vegani. In 100 grammi di patate vi sono 77 calorie, di cui 17 grammi di carboidrati e 0.8 grammi di zuccheri. Sono presenti 2 grammi di fibre, 2 grammi di proteine e 80 grammi d’acqua.

Ricette tipiche a base di patate

Le patate sono il cibo per eccellenza, questo perché riescono ad essere esaltate dagli chef di rilievo internazionale ma essere anche perfette per un bel pranzo o una cena in famiglia a casa.

Hanno ottimi valori nutrizionali, pochi grassi e sono molto versatili. In Italia se ne fa un grande utilizzo, i due piatti per eccellenza che vengono preparati sono gli gnocchi e il purè, i primi sono perfetti con sughi e salse e ogni regione ha la sua specialità, il purè invece è un contorno che mette d’accordo adulti e bambini: soffice, cremoso, si presta benissimo a tutte le pietanze.

Anche nel resto del mondo ci sono molte specialità interessanti, in Svizzera le patate vengono ampiamente utilizzate per le zuppe, in Irlanda invece si inseriscono sempre come accompagnamento al secondo, gli inglesi la usano schiacciata in tante pietanze e comunque in tutta l’Europa Settentrionale vengono servite lesse insieme ad aringhe, gnocchi, cetriolini.

La patata non è solo la regina della tavola ma anche degli scaffali di tutto il mondo, oltre alle classiche patatine fritte che si trovano in busta ci sono anche i fiocchi di patate, le buste di purè confezionato, la fecola di patate che serve da addensante. Il cibo per eccellenza invece è rappresentato dalle patatine fritte dei fast food, simbolo della cucina americana e delizia che mette d’accordo intere generazioni.

Con cosa si può abbinare la patata

Le patate sono un alimento così versatile che è raro trovare qualcosa con cui non possano essere abbinate. Sono sapide al punto giusto e hanno un sapore considerato neutrale, quindi vanno bene come primo piatto, insieme alla pasta semplicemente oppure insieme alle cozze, vanno bene da contorno a qualunque tipo di pesce ma si usano poco accanto ai crostacei.

Vengono utilizzate per preparare parmigiane e imbottiture al forno, ma anche come contorno ai legumi. Si possono abbinare alla carne, ai sottaceti ma sono deliziose anche da sole. Quindi sono uno dei piatti perfetti perché non conoscono limiti, sanno piuttosto osannare il piatto che accompagnano, determinando una perfetta acidità, una consistenza migliore, e un gusto anche molto ricercato.

Tossicità della patata

Le patate sono ricche di tossine, per questo bisogna far attenzione all’alimentazione. Fusto e foglie non devono essere mangiati, le patate vanno conservate al buio, in un luogo fresco e asciutto, così da evitare la germogliazione.

Tra le tossine ad alta concentrazione vi è la solanina, che si trova in basse dosi nel tubero ma è presente nella buccia che quindi deve essere sempre tolta. Se le patate presentano delle aree verdi non devono essere mangiate perché sono già state intaccate.

Per eliminare questa tossicità bisogna cuocerle ad una temperatura di 260 gradi, solo in questo modo è possibile depurarle e quindi mangiare la buccia. In realtà, anche friggendole, non si raggiunge mai questa temperatura e per questo le patate devono essere pelate e non mangiate con la buccia. La solanina può provocare problemi anche molto seri. Diversamente, le lectine contenute nella patata vengono distrutte in fase di cottura, quindi non causano alcun problema.

Benefici delle patate

Le patate regalano un grande senso di sazietà, quindi in realtà sono molto indicate per la dieta perché riescono a gonfiare senza aggiungere troppe calorie. Uno studio del 2017 ha dimostrato che proprio integrando questo tubero nella dieta è possibile perdere peso facilmente.

Le stesse hanno anche delle importanti proprietà depurative, l’acqua in cui vengono tenute in ammollo prima della cottura, permette di eliminare le tossine dall’organismo. Basta ovviamente immergerla senza buccia in acqua salata e poi filtrare il tutto. Le patate sono perfette per chi fa sport perché contengono la vitamina B6, molto importante per i muscoli e per il fegato, comunque ottimale per tutti coloro che fanno sforzi prolungati. Le patate possono essere utilizzate anche dai diabetici, infatti sono a rapido assorbimento.

Questo tubero contiene anche tanti antiossidanti che sono veramente importanti per l’organismo perché contrastano i radicali liberi e quindi permettono di ridurre il rischio di tumori e malattie all’apparato cardiocircolatorio. Essendo ricche di potassio sono molto importanti perché dotate di proprietà vasodilatatrici, quindi regolano l’afflusso di sangue e abbassano la pressione. Sono anche un tocca sana per il sistema immunitario in quanto dotate di vitamina A che permette di prevenire moltissime malattie.

Aspetti culturali legati alla patata

Le patate non sono solo un cibo ampiamente diffuso ma hanno anche un valore culturale molto importante. Per gli induisti queste permettono di connettere la terra con il cielo. Il filoso Rudolf Steiner invece sostiene che la patata indebolisce l’organismo perché cresce nell’oscurità.

Le filosofie materialiste ritengono questo tubero legato alle scale sociali meno abbienti. Effettivamente basti pensare alla lingua italiana per rintracciare tutte quelle dicerie che prendono spunto da queste assurde credenze popolari. Quando si dice come un sacco di patate, oppure hai il naso a patata non si stanno facendo certo dei complimenti eppure resta il fatto che la patata è uno degli alimenti più diffusi su scala internazionale.

Le proprietà delle patate

Le patate hanno delle importanti proprietà energetiche che vengono riconosciute per l’organismo umano. Essendo concentrati di principi attivi possono essere utilizzate per curare la mucosa gastrica o come prodotto emolliente.

Sono molto utili per chi soffre di anemia in quanto aiutano la produzione di globuli rossi, sono importanti per le scottature da luce del sole in quanto dotate di proprietà lenitive. Hanno un potere antinfiammatorio poiché ricche di vitamine, apportano grandi benefici al cervello, sia a livello ormonale che per i livelli di zucchero nel sangue. Hanno ottimo apporto di ferro, stimolano la funzionalità cerebrale e migliorano memoria e prestazioni. L’estratto di patate viola è molto utile per proteggere il cervello dall’invecchiamento.

Patate e vodka

La vodka, uno dei distillati più famosi al mondo, viene ricavato proprio dalle patate. Per il processo si utilizzano la polpa e la fecola che vengono poi lavorate ed unite all’alcool.

Proprio la Vodka viene considerata da molti come acqua della vita per la sua purezza e adattabilità. Serve infatti come base alla preparazione di molti distillati e cocktail.

Se sei un personal chef o un ristoratore con sedi in vari luoghi del mondo, puoi scoprire curiosità, ricette e informazioni utili su prodotti, ingredienti e alimenti da tutto il mondo. Iscriviti gratuitamente registrandoti sulla home page e prova il nostro software microrecipes con tante curiosità.

Please follow and like us: